L’exchange di criptovalute Huobi vorrebbe acquistare Bithumb

Huobi può dare impulso alle sue operazioni in Corea con l’acquisizione di Bithumb, che attualmente sta affrontando diverse cause legali. Ma potrebbe non essere un affare semplice.

Secondo quanto riferito dal notiziario locale The Bell, Huobi sta cercando di acquisire Bithumb, la più grande borsa cripto della Corea. Si dice che la mossa sia un modo per Huobi di guadagnare utenti in Corea senza dover ottenere le rigide licenze del paese per le aziende di criptovaluta per la sua principale borsa.

Se completata, l’acquisizione segnerà una svolta per l’anno altrimenti tumultuoso di Bithumb. La borsa ha fatto fare irruzione nel suo ufficio dalle autorità in agosto e sta attraversando molteplici problemi legali; i suoi fondatori e gli investitori sono bloccati in una battaglia per le azioni della società mentre la borsa deve affrontare le accuse di aver manipolato i prezzi simbolici in un caso separato.

Ma l’interesse di Huobi potrebbe essere una buona notizia per gli operatori di Bithumb. Secondo il rapporto, Bithumb Korea, azionista di Bithumb Holdings (che possiede la borsa), starebbe vendendo l’intera partecipazione nella società.

Cosa significa un’acquisizione di Bithumb per Huobi

La rigida regolamentazione coreana del mercato locale di criptovaluta significa che le banche locali trattano solo con aziende di criptovaluta che sono pienamente conformi alle politiche di Know-Your-Customer (KYC) accettate a livello internazionale. Finora, solo Bithumb, Coinone, UPbit e Kobit sono regolamentati e riconosciuti nel paese, prima di grandi operatori come Binance o Huobi.

Gli utenti locali, con i cosiddetti account “real name”, rappresentano quindi un modo per Huobi di espandersi nel paese senza dover ottenere le licenze legali.

Un funzionario del settore ha spiegato: “Huobi, che ha urgente bisogno di emettere un conto di deposito e di prelievo di conferma del nome reale, sembra cercare di risolvere le sue preoccupazioni attraverso l’acquisizione di Bithumb”.

Ma l’acquisizione degli utenti non è l’unica cosa positiva per Huobi. Bithumb, nonostante i continui problemi, gode di un margine operativo del 60% come da rapporto, il che significa che il business rimane altamente redditizio per i potenziali operatori.

Acquisizione bloccata?

Un rapporto contraddittorio del giornalista cinese di criptovaluta Colin Wu ha affermato oggi che, sebbene l’interesse di Huobi sia ben noto negli ambienti locali, esso si trova ad affrontare procedimenti legali in corso in Cina che possono bloccare l’acquisizione di Bithumb. Wu ha affermato che Huobi è altrettanto interessata a una vendita di 500 milioni di dollari per lo scambio di criptovaluta giapponese Bitflyer, ma deve affrontare problemi simili.

A causa dell’improvvisa indagine dei primi di novembre, entrambe le acquisizioni saranno sospese fino alla fine dell’indagine del governo cinese. Il fondatore di Huobi non può lasciare la Cina dal 2017″, ha detto.

Ma Huobi contesta tali accuse. All’inizio di questo mese, ha cancellato i rapporti che suggerivano che uno qualsiasi dei membri del suo team esecutivo o dei suoi fondatori fosse stato arrestato o detenuto in Cina.

Lo scambio non ha risposto alle richieste di commenti da parte della stampa. Nel frattempo, l’attenzione si è concentrata sul Bitcoin, che ha toccato il livello dei prezzi dell’ultimo gennaio 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.