Perché Ethereum, Bitcoin e Dogecoin sono aumentati di valore questa mattina

Il valore delle criptovalute è aumentato nelle prime ore di giovedì grazie all’avvicinamento di Ethereum (ETH) a “The Merge”. Questo è considerato uno sviluppo positivo per le criptovalute, dato che Ethereum ha la più grande comunità di sviluppatori e il maggior numero di token sulla sua blockchain.

Alle 13:00 ET, il prezzo di Ethereum è aumentato del 7,9% nelle 24 ore precedenti. All’apice, Bitcoin (CRYPTO: BTC) e Dogecoin (CRYPTO: DOGE) sono saliti rispettivamente del 6,2% e dell’8,2%.

All’1:45 a.m. UTC (mercoledì, 9:45 p.m. ET), la testnet Goerli è passata da proof-of-work a proof-of-stake, l’ultimo test prima che la blockchain principale faccia una transizione simile. Goerli è una blockchain di prova attiva in cui gli sviluppatori possono esaminare le funzionalità di nuove tecnologie prima di integrarle nella rete principale.

Prima del passaggio alle operazioni proof-of-stake, Ethereum è stato sottoposto a una serie di test per identificare eventuali problemi; questo è l’ultimo previsto prima della fusione finale.

L’integrazione ufficiale è prevista per la metà di settembre ed è destinata a rafforzare la blockchain in vari modi. Invece di utilizzare calcoli ad alto consumo energetico, i blocchi o le transazioni saranno convalidati tramite la palificazione.

Questo ridurrà il consumo energetico di Ethereum di quasi il 99%. Non ridurrà in modo significativo i costi delle transazioni.

Il Merge è il primo di una serie di cambiamenti previsti che consentiranno a Ethereum di elaborare 100.000 transazioni al secondo. Questi miglioramenti potrebbero richiedere una notevole quantità di tempo, ma il co-fondatore Vitalik Buterin ha già delineato gli obiettivi di sviluppo.

L’azione intrapresa oggi è solo una supposizione: “The Merge” migliorerà l’attività su Ethereum e nell’ecosistema delle criptovalute nel suo complesso. Tuttavia, questo potrebbe non avere alcun effetto fondamentale sulla blockchain.

I costi elevati e la scarsa velocità sono ancora un ostacolo per Ethereum e il motivo principale per cui i costi sono diminuiti di recente è che l’attività della blockchain è diminuita. La fusione non modificherà questa realtà fondamentale.

Prima di essere troppo entusiasta di Ethereum, vorrei vedere più attività. La blockchain sta perdendo quote di mercato a favore di blockchain più piccole e veloci, e credo che questo sia un pericolo maggiore di quello che la maggior parte degli investitori riconosce.

E se i miglioramenti futuri richiederanno tanto tempo quanto The Merge, Ethereum potrebbe rimanere indietro rispetto alla curva.

Nelle ultime settimane, sia le criptovalute che i mercati azionari sono saliti. Alla ricerca di profitti, gli investitori hanno assunto un atteggiamento di trading “risk-on”, acquistando asset più rischiosi.

Questo ha favorito le criptovalute, ma non ha avuto alcun effetto sulla premessa di base dell’investimento. L’inverno delle criptovalute persiste e se l’attività della blockchain non aumenta, temo che questo rimbalzo non durerà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.