Con il 60% di bitcoin trading, la Nigeria è vista come il più grande mercato di crypto in Africa

Un token che raffigura la valuta virtuale Bitcoin si trova tra i cavi e l’illuminazione a LED all’interno di un computer ‘mining rig’ in una foto allestita a Budapest, Ungheria, mercoledì 31 gennaio 2018. Le valute crypto non sono all’altezza dei loro paragoni con l’oro come riserva di valore, il lunedì scorso, in seguito alla svendita di azioni in Asia, ha esteso la più grande disfatta delle azioni globali degli ultimi due anni.

Recensione FXORO: Iscriviti Con FXORO Per Il Trading Sicuro

Da un nuovo rapporto risulta che la Nigeria è uno dei mercati di crypto in più rapida crescita nel mondo, in quanto costituisce la più grande fonte di volume di trading di Bitcoin nel continente africano.

Uno studio condotto da Blockchain.com ha raccolto i dati dell’attività di trading sulla sua piattaforma per notare quali paesi effettuano. Secondo il fornitore del wallet di crypto, la Nigeria ha visto un’enorme quantità di attività di trading di crypto sulla sua app per il portafoglio – il che la rende il paese con le migliori prestazioni in tutto il mondo.

Trading di crypto della Nigeria in crescita del 60%

Il rapporto di Blockchain.com osserva che il trading di Bitcoin in Nigeria ha avuto una scintilla drammatica e che l’attività di crypto negli ultimi tre mesi è salita alle stelle di oltre il 60%:

“La Nigeria è stato il nostro paese più trainante negli ultimi mesi. Ha incrementato del 60% il suo utilizzo del portafoglio web di Blockchain.com dall’aprile 2020”.

Non solo i volumi di scambio sono cresciuti nella regione nigeriana ma, secondo il rapporto di Blockchain.com, è aumentato anche l’interesse generale del governo nei confronti di Bitcoin.

Osservando le intuizioni di Google Trends, il numero di ricerche per la criptovaluta è al massimo in Nigeria, e il paese ha il maggior volume di ricerca per il “Bitcoin”.

Tra gli altri paesi con un elevato volume di risultati di ricerca per il Bitcoin ci sono altri paesi africani come il Sudafrica e altre regioni europee come la Svizzera e l’Austria.

Incremento dell’interesse per il Bitcoin con la riduzione del dollaro USA

La relazione ha anche rilevato la correlazione tra l’industria della crittovaluta e il dollaro nell’ultimo mese. Come segnalato, poiché il dollaro statunitense ha registrato un calo del 4% a luglio, l’interesse da parte di trader e investitori è aumentato a livello mondiale. Prendendo in considerazione l’oro e altre materie prime, lo studio ha dichiarato:

“Per il mese Bitcoin (BTC) ed Ethereum (ETH) sono aumentati rispettivamente del 24% e del 57%. Altre attività dure come l’oro hanno registrato incrementi percentuali a due cifre per fissare un nuovo massimo storico in termini di USD (+11%). Anche le azioni (+6%) e i titoli del Tesoro americano di lunga data (+4%) hanno ottenuto buoni risultati.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.