Dopo una pausa di due anni, Kraken rilancia il Crypto Trading in Giappone

Kraken, con sede negli Stati Uniti, permette ancora una volta ai residenti giapponesi di finanziare i loro conti e di scambiare cripto sulla sua piattaforma.

– Annunciato giovedì in un post sul blog di una società, Kraken ha fatto sapere che la mossa va vista come l’inizio di una spinta più grande per espandere i suoi servizi all’interno della regione APAC.

– La borsa ha detto per la prima volta di aver riaperto il mercato giapponese a settembre.

– L’azienda aveva chiuso i suoi servizi locali dopo l’hack di 530 milioni di dollari dello scambio Coincheck del 2018, inducendo i regolatori locali a bloccare l’attività di trading di cripto-valuta.

– Tra le condizioni per il rientro, l’8 settembre, ai sensi della legge giapponese sui servizi di pagamento (Payment Services Act), Kraken ha completato la registrazione come fornitore di servizi di scambio di beni crittografici.

– “Nell’attuale difficile contesto economico, sempre più persone si rivolgono alle valute crittografiche per proteggersi dalla volatilità dei mercati”, ha dichiarato David Ripley, Chief Operating Officer di Kraken, commentando il rilancio.

– Per gli utilizzatori che completano il processo di onboarding di Kraken, il trading spot è ora aperto per bitcoin (BTC), ether (ETH), XRP (XRP), bitcoin cash (BCH) e litecoin (LTC).

– I depositi di Crypto in queste valute crittografiche sono stati ripristinati, così come i depositi e i prelievi di yen nazionali giapponesi tramite SBI Sumishin Net Bank.

– Gli utenti possono operare tramite coppie di trading cripto-cripto o yen-cripto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.