I miner di Bitcoin sostengono il concetto di derivato hash rate DeFi sul BSC

Questa volta un gruppetto di compagnie di mining di Bitcoin (BTC) ha appoggiato Standard Hashrate e la sua piattaforma di asset artificiali che impiega i derivati dell’hash rate come meccanismo di peg, appena lanciata, il suo protocollo TAU.

Presentato venerdì, il programma TAU mira a realizzare versioni analoghe di Bitcoin e di altri beni a prova di lavoro attraverso un rinnovato meccanismo di ribassamento. La concezione di base è analoga alle comuni monete con rebase, tra queste il Bitcoin artificiale offerto da Badger. Il metodo TAU, comunque, aggiunge una garanzia al valore dei propri beni sintetici mediante il Bitcoin derivati dal ritmo dell’hash mining.

La meccanica TAU si appoggia al Bitcoin Standard Hashrate Token (BTCST), un token di energia di mining della Standard Hashrate che è disegnato per rappresentarne 0,1 terahashes di potere di mining. Di solito, BTCST può essere impalato per ricevere, in cambio, una certa quantità di Bitcoin corrispondente al grado di hash mining che rappresenti. Questo protocollo TAU riceve i token BTCST, e ricompensa gli stakers di Bitcoin di sintesi, mentre prende la remunerazione in Bitcoin legata al token di hash rate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.