Il regolamento finanziario della Germania lancia un allarme per gli acquisti al minuto di criptovalute

L’autorità federale di supervisione finanziaria tedesca, o BaFin, ha avvisato gli operatori circa i possibili rischi legati agli acquisti di criptovalute.

In un allarme per il consumatore sul suo sito web rilasciato venerdì, la società di regolamentazione ha fornito una descrizione cautelativa riguardo al rischio di coinvolgimento degli investitori al dettaglio nel campo delle criptovalute.

Nell’ambito della sua deposizione, BaFin ha echeggiato simili avvertenze espresse da molti regolatori d’Europa tra cui la Autorità Europea dei Titoli e dei Mercato e l‘Autorità Europea delle Banche.

Stando alla BaFin, gli acquirenti al dettaglio necessitano di essere a conoscenza dei rischi di perdere il 100% dei profitti dai loro cripto investimenti.

Anche se i legislatori europei stanno lavorando per creare nuove leggi a livello europeo per le monete digitali, la normativ tedesca dispone già di un quadro normativo per le risorse digitali nella nazione.

Prestatori di depositi criptati, cambi e altre compagnie possono essere operativi in Germania solo con la licenza della BaFin. Come riferito in precedenza, il governo del paese ha legittimato i titoli elettronici già dal dicembre 2020.

Nel panorama di regolamentazione piuttosto definito per le criptovalute in Germania, molte banche del nostro paese hanno anche cercato di approvare l’offerta di servizi di custodia di titoli cripto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.