Le tre migliori criptovalute da comprare in questo momento

Raramente c’è stato un caso più chiaro di economia di libero mercato che nel cyberspazio delle blockchain.

Per esempio, l’industria della finanza decentralizzata (DeFi) è cresciuta fino a 80 miliardi di dollari in valore totale bloccato (TVL) durante il 2021, da quasi nulla appena qualche anno fa, in parte grazie all’assenza di regolamentazione. Inoltre, si calcola che quella cifra sia destinata ad aumentare fino a 800 miliardi di dollari nel 2022.

Quindi, senza ulteriori indugi, vediamo in quale modo tre criptovalute ad alto potenziale possono aggiungere ricchezza al vostro portafoglio. Queste altcoin – cioè criptovalute diverse da Bitcoin – sono rispettivamente Ethereum (CRYPTO:ETH), Cardano (CRYPTO:ADA) e Binance Coin (CRYPTO:BNB).

Negli ultimi quattro anni, ETH – la più grande altcoin delle tre – ha guadagnato più del 1.000%, Cardano ha reso quasi il 9.000% e, infine, Binance Coin si prende il podio con un rendimento succulento di più del 32.000%.

Ethereum

Ethereum è la blockchain preferita dagli sviluppatori per programmare applicazioni decentralizzate (dApps), o applicazioni che girano su reti peer-to-peer invece di server centrali.

Più di 2.845 dApps utilizzano Ethereum; sono app che vanno dai social network, a quelle del gioco online, passando per i media fino agli scambi decentralizzati (DEXs), dove gli utenti possono scambiare le proprie criptovalute. Gli utenti delle dApp di Ethereum generano quasi 200 milioni di dollari – o 67 miliardi di dollari annualizzati – di transazioni ogni giorno.

Ethereum si allontanerà dal protocollo proof-of-work (PoW), che richiede molta energia, per passare al proof-of-stake (PoS) entro la fine del prossimo anno. Questo permetterà ai possessori della moneta stessa di convalidare le transazioni impegnando il loro ether e guadagnando interessi per farlo, invece di aver bisogno di operare impianti di mining per trovare l’hash corretto per convalidare le transazioni.

La mossa, stima il co-fondatore di Ethereum Vitalik Buterin, potrebbe ridurre il consumo di energia della rete fino al 99%.

Inoltre, Buterin prevede di espandere la funzionalità dei contratti intelligenti di Ethereum – accordi auto-esecutivi attivati da determinati eventi – attraverso i cosiddetti token oracolo come Chainlink, che possono accedere ai dati dall’esterno di una blockchain e consentire la costruzione di dApps più specializzate. Per queste ragioni, ritengo che Ethereum sia una criptovaluta stimolante e da non farsi sfuggire.

Cardano

Il 12 settembre, il tanto atteso Alonzo Fork di Cardano è finalmente entrato in funzione, abilitando la funzionalità di contratto intelligente sulla sua blockchain. Con questo aggiornamento, molti investitori sono fiduciosi che un giorno il market cap di 75 miliardi di dollari di Cardano supererà quello di 400 miliardi di dollari di Ethereum.

Gli scettici, tuttavia, sostengono che Cardano è sopravvalutato, perché ci sono solo circa 150 progetti e dApps che sono attualmente sviluppate sulla sua blockchain – una frazione molto piccola, soprattutto se paragonata alle migliaia che girano su Ethereum.

Ma con l’industria che cambia ogni due anni circa, Cardano ha una possibilità. Cardano opera già su un protocollo PoS, può elaborare più transazioni di Ethereum e ha commissioni di rete inferiori. Inoltre, gli sviluppatori di Cardano si stanno concentrando sul settore dei token non fungibili (NFT) costruendo infrastrutture, come i marketplace.

Per esempio, il principale mercato NFT, OpenSea, ha attirato più di 3,4 miliardi di dollari in volume di scambio solo il mese scorso; quindi c’è sicuramente un sacco di potenziale in Cardano per fare breccia nel mercato. Prendi in considerazione di aggiungere questa promettente moneta al tuo portafoglio.

Binance Coin

Binance Coin è la valuta digitale nativa di Binance, il più grande scambio di criptovalute a livello globale, che in media elabora 29,7 miliardi di dollari di scambi al giorno. Al suo lancio nel 2017, si poteva usare Binance Coin solo per effettuare pagamenti elettronici peer-to-peer o per pagare le commissioni di trading sulla borsa di Binance. Ma il suo utilizzo è esploso solo negli ultimi anni.

Binance Coin (BNB) è composto da due token intercambiabili sulla Binance Chain (BEP-2) e la Binance Smart Chain (BEP-20). Sulla catena Binance, gli utenti possono inviare o ricevere BEP-2 BNB, emettere nuovi token BEP-2, o scambiare Binance Coin per altre attività sul Binance DEX.

Nel frattempo, gli utenti possono costruire dApps sulla rete BEP-20, e i token BEP-20 sono utilizzati nell’interfaccia smart contract. Il valore totale bloccato su BSC ha superato quasi 20 miliardi di dollari solo sulla catena Binance, con un terzo del volume proveniente da PancakeSwap, un popolare DEX.

Non lasciatevi scoraggiare dai 60 miliardi di dollari di market cap di Binance Coin. Oltre a BEP-2, il valore dei progetti DeFi su BEP-20 ha superato i 23,8 miliardi di dollari. Inoltre, Binance riacquista le sue monete con circa il 25% dei suoi profitti di intermediazione ogni trimestre. Questo ha ridotto l’offerta di Binance Coin di 1,3 milioni nel secondo trimestre.

L’offerta è scesa a 168 milioni dai 200 milioni in circolazione durante il suo lancio, portando ad una maggiore scarsità e a valutazioni più elevate. Questa è una criptovaluta emergente da non perdere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.