Due azioni Bitcoin che potresti comprare adesso

Coinbase: una scommessa diretta sulla criptovaluta (ma non su Bitcoin, esattamente)

Comprare azioni di Coinbase Global (NASDAQ:COIN) è la scommessa più diretta che puoi fare all’interno del mercato delle criptovalute, senza possedere direttamente Bitcoin e altre valute digitali leader. E il leader tra le criptovalute americane ha alcuni attributi unici che lo rendono un investimento molto più sicuro di qualsiasi altra criptovaluta individuale presente sul mercato attuale.

Non stai mettendo tutte le tue uova digitali in un solo paniere. Immaginiamo che arrivi una criptovaluta sconosciuta o non ancora inventata che fa tutto quello che fa il Bitcoin, ma meglio. Il vantaggio del first-mover della moneta potrebbe sciogliersi in fretta, lasciando i proprietari di Bitcoin delusi. Ma scommetterei un bel penny che il nuovo top dog farà trading sulla piattaforma di Coinbase, mantenendo lo scambio di criptovalute felice e sano, mentre il mercato delle criptovalute si evolve attorno ad esso.

Pertanto, le azioni Coinbase sono un buon modo per iniziare nel settore delle criptovalute senza scegliere quali crypto risulteranno vincenti a lungo termine. Finché il più ampio mercato delle criptovalute è diretto verso l’alto (lavorando attraverso patch lente e cadute terrificanti sulla strada, ma sempre tornando in pista di nuovo), questo stock dovrebbe servire bene.

In cima a tutto questo, le azioni Coinbase sono quasi il 50% al di sotto del loro massimo storico del 14 aprile, il primo giorno di negoziazione del titolo. Certo, lo stock non è esattamente a riposo fra le azioni di Wall Street – è scambiato, infatti, a 98 volte i guadagni e 16 volte le vendite – ma questo è ancora un forte sconto dall’inebriante debutto sul mercato.

Tesla: un grande compratore di Bitcoin

Il gigante dei veicoli elettrici Tesla (NASDAQ:TSLA) ha una storia lunga con Bitcoin. La società ha speso 1,5 miliardi di dollari sulla criptovaluta leader nel corso dell’ultimo anno, e Tesla fino a poco fa l’accettava come pagamento per una nuova auto. Ora, il CEO Elon Musk ha messo in pausa questa opzione di pagamento fino a quando i miners di Bitcoin potranno dimostrare che utilizzano almeno il 50% di energia rinnovabile durante le loro operazioni. Questo presumibilmente aprirebbe anche la porta per ulteriori investimenti di denaro.

Ora, 1,5 miliardi di dollari sono una bella cifra; l’investimento di Tesla è una delle più grandi scommesse in contanti fatte finora su Bitcoin. Ma sono spiccioli nel contesto della massiccia presenza sul mercato di Tesla. La criptovaluta rappresenta circa lo 0,2% dell’attuale capitalizzazione di mercato di Tesla, o il 7% degli equivalenti di cassa dell’azienda.

La scala ragionevolmente piccola dell’investimento reale di Musk in Bitcoin limita sia i potenziali ritorni che i rischi al ribasso. Questo è un elemento abbastanza positivo, a mio parere. Tesla è una delle maggiori partecipazioni presenti nel mio portafoglio, e mi aspetto grandi cose da questo titolo nel lungo periodo. L’esposizione a Bitcoin è solo un’interessante increspatura nel quadro generale della casa automobilistica. Ma gli orsi hanno spinto il prezzo delle azioni Tesla di quasi il 30%, al di sotto dei massimi storici di gennaio, quindi questo potrebbe essere un punto di ingresso interessante per i nuovi investitori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.