La Colombia sta per sviluppare una propria valuta digitale per combattere l’evasione fiscale

In seguito all’espansione dell’economia del Paese, che nel secondo trimestre è stata superiore del previsto, un funzionario dell’agenzia fiscale e doganale colombiana ha accennato a possibili ambizioni nazionali in materia di valuta digitale.

Luis Carlos Reyes, il neoeletto Presidente dell’Autorità nazionale colombiana per le imposte e le dogane, ha dichiarato che l’amministrazione del Presidente Gustavo Petro lavorerà per la creazione di una valuta digitale al fine di combattere le attività finanziarie illegali come l’evasione fiscale. Questo è uno degli obiettivi dell’amministrazione.

In un’intervista rilasciata a una pubblicazione locale chiamata Semana, il funzionario governativo ha menzionato, come parte delle nuove misure di politica monetaria che si stanno attuando in Colombia, l’introduzione di una moneta digitale come mezzo per aumentare la trasparenza delle transazioni finanziarie. Secondo i risultati dello studio, l’evasione fiscale è responsabile della perdita del 6-8% del PIL colombiano.

Secondo Reyes, “la creazione di una moneta digitale renderebbe più semplice per il cliente completare queste transazioni”.

Non è stato specificato se il funzionario si riferisse a una CBDC (moneta digitale della Banca Centrale) o a una moneta nazionale garantita da asset, come il piano di moneta digitale Petro in corso di attuazione in Venezuela.

Hernando Vargas, Vice Governatore tecnico della Banca Centrale colombiana, aveva già studiato le implicazioni di una CBDC al dettaglio in Colombia all’inizio del 2022. Ciò è stato fatto per prepararsi alla sua possibile attuazione.

Nonostante il funzionario sia consapevole dei potenziali rischi che potrebbero essere posti dalle criptovalute e dalle monete stabili, ha sottolineato il fatto che il contante è ancora sulla possibilità di adottare un CBDC al dettaglio, ha risposto: “In Colombia la linea di difesa contro l’uso diffuso di criptovalute e stablecoin è sottile che in altri Paesi”.

Il nuovo Presidente della Colombia, Petro, ha prestato giuramento il 7 agosto e questa fiction si svolge dopo l’evento. Petro, già noto come evangelista delle criptovalute, è noto per promosso apertamente le valute digitali come il Bitcoin (BTC).

Nel 2017, Petro ha suggerito che il BTC potrebbe restituire al popolo una parte dell’autorità precedentemente detenuta dallo Stato. All’epoca Petro aveva dichiarato che “il denaro virtuale è pura informazione e quindi energia”.

Secondo stime recenti, il governo di Petro ha ricevuto una spinta dall’economia fiorente della Colombia nel secondo trimestre, il Prodotto Interno Lordo (PIL) sembra essere aumentato del 12,6%, un dato significativo superiore al guadagno del 12,1% previsto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.