L’aumento dei benefici della previdenza sociale del 2022 potrebbe aumentare

La crypto del co-fondatore di Apple guadagna oltre il 1.300% in pochi giorni dal lancio

Decine di milioni di persone si affidano alla previdenza sociale per un reddito pensionistico fondamentale, e molti vivono in gran parte con il reddito fisso che la previdenza sociale fornisce. Uno degli aspetti più importanti della Previdenza Sociale è che i suoi benefici mensili sono rivisti ogni anno per via dell’inflazione, attraverso degli aggiustamenti annuali del costo della vita, o COLA.

Quando i livelli d’inflazione sono normali, come lo sono stati per gran parte dell’ultimo decennio, i COLA della previdenza sociale tendono ad essere piccoli. Tuttavia, i livelli dei prezzi si sono spostati, di recente, bruscamente più in alto, e questo sta mettendo la previdenza sociale in una posizione tale per cui il COLA che entrerà in vigore all’inizio del 2022 potrebbe essere tra i migliori aumenti dal 1990.

I prezzi continuano a salire

Il rapporto sull’inflazione di aprile del Bureau of Labor Statistics ha messo in guardia i beneficiari della previdenza sociale che il loro COLA per il 2022 potrebbe essere consistente. Eppure, molti hanno liquidato i forti aumenti dei prezzi come puramente temporanei.

Quando il rapporto di maggio è uscito all’inizio di questo mese è stato, dunque, uno shock per molti. Lungi dall’invertire la rotta, i prezzi hanno continuato a salire bruscamente nel corso del mese, con un aumento dello 0,6% per il numero di riferimento dell’indice dei prezzi al consumo (CPI). Questo ha portato l’aumento del CPI negli ultimi 12 mesi al 5%, un ritmo che non si vedeva da più di dodici anni.

In passato, i prezzi degli alimenti e dell’energia sono stati spesso la causa delle pressioni inflazionistiche, ma questa volta non è così. La cosiddetta inflazione di base, che esclude il cibo e l’energia, è aumentata ad un tasso più veloce, dello 0,7% a maggio. Come abbiamo visto in aprile, i forti aumenti dei prezzi delle auto e dei camion usati, dei mobili per la casa, delle tariffe aeree e dell’abbigliamento, hanno contribuito a creare il terreno per un’inflazione dai numeri più cospicui.

Sulla buona strada per un COLA del 4%+

Ai fini della determinazione degli aggiustamenti dell’inflazione, la cifra chiave da tenere d’occhio è l’indice d’inflazione CPI-W. Questo numero è aumentato dello 0,9% per il secondo mese consecutivo a maggio, salendo a 263,612. Questo valore è del 5,6% più alto rispetto a quello di questo stesso periodo l’anno scorso.

Per capire il COLA effettivo, però, la Social Security Administration dovrà guardare le cifre del CPI-W di luglio, agosto e settembre. Poi confronterà questi numeri con la media durante lo stesso periodo nel 2020, che era 253,412.

Tutto può succedere nei prossimi mesi, ma se i livelli dei prezzi non si muovono in una direzione o nell’altra, allora i livelli attuali implicherebbero un COLA del 4% per il 2022. Ci sono stati solo due anni a partire dal 1990 che hanno avuto COLA più alti di questo.

C’è anche una probabilità significativa che i prezzi continueranno a muoversi più in alto. Ci vorrebbe molta più pressione verso l’alto perché il CPI-W si muova abbastanza in alto da eguagliare il 5,8% COLA che i beneficiari della previdenza sociale hanno ottenuto nel 2008. Tuttavia, con la prossima lettura più alta che arriva al 4,1% dal 2005, non ci vorrà molto perché il COLA del 2022 si sposti al secondo posto, in un arco di tempo di oltre 30 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.