Mark Cuban detiene il 30% di ETH perché è “il più simile ad una moneta vera”.

Mark Cuban è convinto che Ethereum è quanto di più vicino ci sia ad una valuta vera, Bitcoin come la migliore alternativa all‘oro.

Il coproprietario dei Mavericks rilasciato i suoi commenti in qualità di ospite dell‘ultimo episodio del podcast Delphi, nel quale ha rilevato che la diffusione di DeFi e NFTs l‘hanno reso entusiasta per le crypto. Ha anche spiegato che “gli smart contracts e il fatto che sono decentrati” significa che “non c’è nessuno al comando, la gov è completamente differente. È che cambia le carte in tavola”.

Infatti, ha comparato lo sviluppo smart contract di Ethereum con il successo di internet alla fine degli ’90 e nei primi 2000:

“Quando Internet ha cominciato ad affermarsi, vedevi tutta questa serie di app che avrebbero sconvolgere il mondo dell‘analogico, come ci siamo interessati allo streaming, ascoltare la squadra University de Indiana, e non farlo sulla mia Dallas radio.“

Malgrado il rialzo di Mark su Ethereum, questi ha svelato suo portafoglio ha raddoppiato l‘ammontare di Bitcoin ad Ethereum con “il 60 % di BTC,, il 30% di ETH e un 10% del rest”.

Il coproprietario dei Dallas Mavericks, invece, non paragona i Bitcoin con l’esplosione di internet, perché li vede in primo luogo come una riserva. Crede che sia una migliore alternativa all’investimento sull‘oro:

“Con Bitcoin, potevi effettuare dei trasferimenti. E ciò era grandioso. Giusto. Ed era una riserva ed era fantastico. Si tratta di un’alternativa migliore all’oro, cosa che è fenomenal. Portando i soldi via dall’ oro e continuerà. Ecco il motivo per cui possiedo BTC, ma questo è un conto, non è davvero il punto con cui è comparabile con Internet”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.