Nel 2020 le banche inizieranno sempre più spesso ad offrire servizi di valuta crypto

Colpisce il modo in cui le cose sono cambiate da quando è stato rilasciato Bitcoin nel 2009. All’epoca, la maggior parte delle maggiori banche lo consideravano una bolla troppo rischiosa per investire in essa. Numerose persone e personaggi influenti hanno criticato il Bitcoin, dicendo che si tratterebbe solo di uno schema di pompa e discarica. Ultimamente, però, le cose sono cambiate, e quelli che hanno criticato le crittocittà stanno guardando tutti stupiti e alcuni ci stanno addirittura investendo. Poiché il modo tradizionale di fare soldi e di investire in attività è cambiato, le istituzioni finanziarie e le banche si rendono conto di che ora è! Hanno cambiato il loro punto di vista sulle valute crypto e sulle blockchain e hanno iniziato ad adottarle.

Gli istituti bancari stanno lanciando i servizi di crypto e collaborano con le società a blockchain

Affinché le valute criptate siano più adottabili, le banche hanno deciso di creare i propri gettoni o “stablecoins”. Ultimamente la più grande banca russa, Sberbank, ha deciso di lanciare una propria stablecoin subito dopo che il presidente della Russia Vladimir Putin ha sottoscritto il disegno di legge DFA, dando alle valute crypto uno status legale.

Recensione di Crypto Engine: è un’opzione affidabile?

La grande banca sudcoreana, KB Kookmin Bank, ha collaborato con il fondo di venture fund blockchain, Hashed, e con la crypto trading piattaforma, Cumberland Korea, per costruire partner strategici per la tecnologia mentre si attraversa la nuova era della trasformazione digitale e di un’ espansione blockchain.

Recentemente, inoltre, la Basler Kantonalbank, una banca statale in Svizzera, ha lanciato i suoi servizi di criptovaluta. Secondo la banca, la banca si sta adoperando per offrire ai clienti una soluzione per il trading e il deposito di determinate valute crittografiche. Inoltre hanno notato un aumento della domanda di servizi di criptovaluta tra i giovani.

Perché Stablecoins?

Le stablecoin sono strette alle valute nazionali, diventando così meno volatili e stabili, consentendo l’utilizzo delle valute crypto nei versamenti giornalieri come forma di denaro contante. Ci sono due principali differenze tra queste stablecoins create dalle banche e il bitcoin:

1) Le banche propongono le loro stablecoins solo ai loro clienti

2) Le aziende gestiscono e controllano il cambio delle monete utilizzando una blockchain “autorizzata” gestita da un’azienda privata, mentre le transazioni Bitcoin avvengono su una blockchain pubblica che permette a chiunque di partecipare alla convalida di transazioni e all’ottenimento di bitcoin durante il processo.

La blockchain rende più veloce il cambio di denaro

Per comprendere meglio il motivo per cui le banche vogliono utilizzare la tecnologia blockchain, ritorniamo al febbraio del 2019, quando J.P. Morgan ha lanciato la sua JPM Coin per il trasferimento di pagamenti internazionali come moneta criptata tra i suoi clienti. In realtà è stato il primo stablecoin creato da una grande banca negli Stati Uniti. La banca ha deciso di testare il cambio di denaro tra diversi soggetti su una blockchain dovendo creare la propria coin per ricoprire il ruolo di valuta crypto.

A nome della CNBC, un dirigente della banca ha detto che la velocità di transazione è uno dei principali vantaggi quando si utilizza una moneta digitale, in quanto i pagamenti di valuta crypto internazionale si regolano in tempo reale in qualsiasi momento del giorno. Dall’ altro lato, i pagamenti internazionali inviati tramite le tradizionali reti di corrispondenti bancari possono impiegare molto più tempo per essere eseguiti per molte ragioni, compresi i tempi di interruzione per le transazioni in diversi paesi.

In conclusione

Per le banche, le due ragioni principali per cui si stanno buttando nei servizi di criptovaluta sono le transazioni più rapide e le commissioni più basse. Il processore di pagamento nel metodo tradizionale di elaborazione del denaro richiede molto tempo, e la tecnologia di pagamento in valuta crypto può eliminare i colli di bottiglia come le agenzie di terze parti o gli intermediari. Dato che gli esperti finanziari ora approvano la tecnologia blockchain, c’è la probabilità che anche le autorità di regolamentazione si sentano più a loro agio, agevolando l’espansione delle valute crypto e della blockchain.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.