Perché Bitcoin, XRP e Dogecoin oggi sembrano deboli

I prezzi delle criptovalute stanno iniziando la settimana con una partenza debole. Ecco come stanno andando alcuni dei nomi più noti del settore alle 9:45 a.m. EDT:

Bitcoin (CRYPTO:BTC) è in calo dell’1,7% nelle ultime 24 ore, secondo i dati di Coindesk.

XRP (CRYPTO:XRP), il token strettamente associato a Ripple, sta andando un po’ peggio – è giù del 2,6%.

Dogecoin (CRYPTO:DOGE) è scivolato del 2,9%.

Ma il lato positivo è che Ethereum (CRYPTO:ETH) è sceso solo dello 0,9%.

Cosa sta influenzando i trader di criptovalute oggi? Potrebbe essere la mancanza di una leva finanziaria.

Uno degli articoli principali di questa mattina sul sito web di criptovalute Coindesk, è un pezzo di opinione che avverte di “una leva inferiore a livello di sistema”, dato che gli scambi di criptovalute FTX e Binance limitano gli operatori di circa 20 volte la leva sui loro scambi – il che significa che quando si acquistano criptovalute, ora devono pagare il 5% in anticipo su un acquisto, invece del precedente 1%.

Anche se un altro exchange, BitMEX (che permette ancora una leva di 100 volte), ha riferito a Coindesk che la leva di 100 volte è “molto rara” nel loro mercato, è più spesso una strategia usata dai trader che hanno meno soldi disponibili per muovere i mercati, cioè i singoli investitori. In teoria, almeno, limitare la leva finanziaria con cui i trader possono commerciare dovrebbe abbassare i volumi di trading in una certa misura – e questo ha fatto pensare a Coindesk che le oscillazioni dei prezzi nel mercato delle criptovalute potrebbero diventare “un po’ più tranquille” in futuro.

Naturalmente, l’addomesticamento dei mercati dovrebbe funzionare in entrambi i sensi – dovrebbe diminuire la frequenza e l’estremizzazione con cui i prezzi delle criptovalute salgono (un male per gli investitori) ma anche la frequenza e l’estremizzazione con cui i prezzi delle criptovalute scendono (un bene per gli investitori).

Ma perché questo effetto di pareggiamento dovrebbe portare i prezzi di Bitcoin, XRP e Dogecoin a scendere proprio oggi? Per dare una risposta a questa domanda, bisognerà chiedere a John Paulson, il trader di hedge fund che è diventato famoso nel 2008 per il suo preveggente shorting della bolla immobiliare.

In un’intervista con Bloomberg durante il fine settimana, Paulson ha dato voce ai vantaggi dell’investimento nell’oro, e li ha contrapposti ai rischi di investire, di contro, in criptovalute, che ha avvertito “sono una bolla” e “una fornitura limitata di nulla”. Le criptovalute come Bitcoin e le sue simili, spiega Paulson, possono salire perché c’è una loro fornitura limitata che si può comprare. Ma non c’è semplicemente “nessun valore intrinseco per nessuna delle criptovalute” e, per questo motivo, si aspetta che le criptovalute – tutte le criptovalute – “andranno a[d avere un valore pari a] zero” alla fine.

Una previsione come questa, da un investitore con la reputazione di Paulson, è presumibilmente il motivo per cui i prezzi delle criptovalute oggi stanno scendendo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.